Consigli per le Keyword: Scegliere Bene per Guadagnare Visibilità (seconda parte)

Nella prima parte dell’articolo abbiamo visto alcuni consigli per le keyword migliori: in particolare come sceglierle fra troppo generiche o troppo specifiche, quanto è importante che siano coerenti e quante keyword secondarie è possibile affiancare a quella principale.

Vediamo adesso alcuni consigli pratici su dove (e quanto) utilizzare le keyword in un testo (qualsiasi pagina del nostro ecommerce, dalle descrizioni prodotti alla pagina di presentazione) in modo da rispettare i principi SEO e riuscire a scalare la SERP.

–La posizione delle keyword

Per quel che riguarda la posizione della keyword principale (quella tramite cui miriamo a posizionare il nostro testo nella SERP) ricordiamoci che va inserita nel titolo, nella descrizione (cioè deve apparire nell’url della pagina) e nel testo.

Per quel che riguarda il suo posizionamento nel testo, ricordiamoci di sfruttare anche i tag heading (cioè non limitiamoci a scrivere un testo utilizzando una sola dimensione di carattere, ma dividendolo in paragrafi, con titoli che contengono la keyword e una dimensione di carattere maggiore rispetto a quella del testo).

Utilizziamo la keyword anche nelle immagini che corredano il testo (ovviamente se sono coerenti con la keyword scelta, altrimenti potresti ottenere un pessimo risultato): anche questa attenzione può essere utile per migliorare la posizione nei motori di ricerca.

-Attenzione: non esagerare con la densità e non dimenticare la leggibilità

Fino a qualche tempo fa la densità di una keyword in un testo era una delle caratteristiche principali da rispettare a livello SEO: questo poteva dare origine a testi in cui la keyword era ripetuta anche decine di volte, ma che risultavano illeggibili.

Attualmente la densità della keyword a livello SEO ha perso buona parte della sua importanza: molto meglio utilizzare sinonimi della keyword stessa o, ancora meglio, la tecnica della co-occurence.

Con questo termine indichiamo l’attività di inserire diverse parole chiave legate allo stesso concetto: sei stiamo per esempio parlando di un prodotto di una particolare marca, può essere utile inserire anche keyword legate alla stessa marca e a prodotti molto simili.

Ricordiamoci anche che tutte queste operazioni vanno fatto tenendo sempre ben presente la leggibilità di un testo: se un testo risulta scritto solo per mettere in evidenza le parole chiave, ma è privo di una sua logica e coerenza interna ed è scritto in un italiano scorretto, non ci sono principi SEO che tengano.

Un testo del genere verrà prima di tutto punito da Google, che lo relegherà in fondo alla SERP, ma soprattutto verrà “punito” dagli utenti, che molto probabilmente abbandoneranno la lettura e il nostro sito (e quindi perderemo affari per il nostro ecommerce).

–Scrivere e condividere

Scrivere i contenuti per il nostro sito è solo il primo passo: soprattutto quando si tratta di contenuti che possono risultare utili agli utenti, diventa molto importante anche condividere questi contenuti, in modo che il pubblico in rete li possa conoscere (e attraverso essi conoscere il vostro sito).

Per fare questo utilizziamo gli strumenti social che internet ci offre, condividendo i nostri contenuti attraverso Facebook, Twitter, Google Plus e Linkedin: se quello che scriviamo è realmente utile e interessante il pubblico lo apprezzerà e farà da cassa di risonanza, diffondendolo ulteriormente.

Tutto questo sarà in grado di generare traffico (e un traffico interessato) verso il nostro ecommerce, con la possibilità concreta di guadagnare clienti.

La scelta delle keyword migliori e la condivisione dei contenuti sono importanti a livello SEO: pensi che ci siano altre strategie che è utile implementare in questo processo?

 

Ritratto di Laura Poletti
Inviato da Laura Poletti
il Ven, 04/03/2015 - 17:06
Contattaci

Per poter valutare con maggiori dettagli la tua situazione ed aiutarti, puoi compilare i seguenti campi e inviare la richiesta di informazioni.